Mamma che gara!

FullSizeRender.jpg

Odio i paragoni, da sempre.

Sarà che le figure retoriche mi sono sempre state sulle palle, sarà che a quell’esame di linguistica italiana strappai un glorioso ventinove con i tappi delle bottiglie stappate la sera prima ancora in borsa, sarà che sono competitiva per natura e voglio vincere e per inciso vinco, anche su chi è il primo a svegliarsi al mattino; sarà che non lo sò ma i paragoni da quando diventi mamma si sprecano e cominciano quando ancora mamma non lo sei, dalle pance o persino prima quando ci pensi e basta a fare un figlio; beh le mie figlie mi hanno insegnato che i paragoni fra bambini non vanno fatti e sono una cosa davvero cretina.Ora la verità è che i paragoni li fanno solo le mamme che pensano di avere dei figli altissimi, bellissimi o intelligentissimi. Io sono mamma di figlie normali, anzi di figlie stronze che per la maggior parte del tempo fanno esattamente ciò che vogliono e che disegnano fuori dai fogli, che giocano con l’acqua della ciotola del cane ( e questa è quasi da assistente sociale) che mangiano con le mani e che poi per lavarle allagano il bagno con buona pace del motociclista che scivola sull’acqua e come un supereroe fuori uso ormai in sovrappeso si rompe tutti e due i menischi, ma sono contenta così perché credo i bambini debbano fare i bambini per più tempo possibile e me ne fotto dei percentili e delle tabelle che ci propinano i pediatri o delle schede della dentizione, i premolari prima o poi usciranno e il pannolino sarà un lontano ricordo ma per il momento voglio che rimangano così, perché una pozzanghera è più bella se credi sia un tappeto elastico e quello scomodo assurdo cerchietto che mi volevano mettere in testa a Natale non è più bello se diventa un gioco da condividere con i miei cani? Ecco è così che voglio che siano, libere dalle nostre cazzate e dalle nostre ridicole gare da mammette,  che conservino quella capacità di immaginare i mondi che io le invidio tanto…

E se RacheRock un giorno mi farà vedere dov’è la rana che lei vede fra le assi in legno del soffitto durante il cambio pannolino, vi giuro, gliene sarò grata…

Annunci

4 pensieri su “Mamma che gara!

  1. silvia ha detto:

    le odio queste gare non mi ci metto proprio !!!ti dico anche quando ero in gravidanza c’erano e mi infastidivano sempre ora che è nato è peggio proprio…il mio bimbo pesa di più, è lungo di più, addirittura una mammina mi dice che a tre mesi il figlio già dice ciao !!!!
    ahahaha delirio puro

    Mi piace

I commenti sono chiusi.